Il ritorno del Biancone

19 marzo 2013

Il ritorno del Biancone

Intorno alla metà del mese di marzo, come ogni anno, anche il 2013 registra in Maremma la presenza del Biancone Circaetus gallicus. Questo grande rapace diurno, con apertura alare di poco inferiore ai 2 metri, dopo aver affrontato una lunga migrazione dai quartieri di svernamento sub-sahariani, raggiunge le zone di riproduzione dove rimarrà per i sei mesi successivi, dando luogo alla formazione della coppia, alla fase di nidificazione, all’allevamento del piccolo che nascerà dall’unico uovo deposto, prima di riaffrontare la nuova migrazione verso l’Africa.

L’attività di ricerca scientifica si svilupperà grazie ad osservazioni da lunga distanza per mezzo di  potenti ottiche e si servirà della tecnologia in ambito di videocontrollo wireless per monitorare la dieta, i comportamenti, le nascite, le cure parentali, ecc., permettendo di realizzare un’importantissima raccolta dati, finalizzata all’analisi della singola stagione ed utile al raffronto con i data base delle precedenti stagioni riproduttive.