Videomonitoraggio

microcamera-7mm_03Le telecamere utilizzate ai fini della videodocumentazione faunistica sono installate adottando sistemi di minime dimensioni, totalmente silenziosi e completamente integrati nell’habitat di riferimento grazie alla cura di particolari accorgimenti di mimetismo e camouflage al fine di rendere praticamente invisibile l’intervento.

 

Le attrezzature prossime ai siti sensibili garantiscono l’assoluta assenza di impatto, adottano sistemi di comunicazione wireless (senza fili) verso la postazione fissa (sede Parco, centro visite, ufficio Riserve Naturali…) ed operano in totale autonomia dal punto di vista dell’alimentazione fornita ed assicurata da pannelli fotovoltaici e batterie/accumulatori posti sul campo.

 

 

 

ponte-radio-e-pannelli

Le attrezzature più dimensionate e le strutture fisse sul territorio (es. ponti radio) sono dotate di impianti di alimentazione costituiti da sistemi di pannelli fotovoltaici abbinati ad accumulatori, opportunamente installati a seguito del calcolo dei carichi elettrici. Essi sono in grado di assicurare la costante operatività del ponte radio in ogni periodo e condizione meteo. Questi apparati sono situati in punti strategici come picchi rocciosi e sommità montuose o su strutture già esistenti come tralicci e torri, al fine di riuscire a garantire la massima copertura del territorio in funzione della trasmissione dati da stazione trasmittente a stazione ricevente, ubicata presso sala operativa.

 

 

 

 

 

 

monitor_02Ecco che le fasi di progettazione, assemblaggio, installazione ed utilizzo di strumentazioni analogiche e digitali finalizzate al video/telecontrollo a distanza, di sistemi di registrazione digitale e di gestione computerizzata dei dati raccolti per specie in un determinato periodo di tempo, ci permettono di effettuare una esclusiva importantissima raccolta dati, filmando e registrando 24h su 24h, grazie anche a rilevazioni all’infrarosso, presenza, attività riproduttiva, dieta, cure parentali, etologia di ciascuna specie oggetto di studio, rilevando talvolta dinamiche comportamentali totalmente sconosiute (es: interazioni tra specie in ambito notturno vedi Biancone-Allocco con link ai video youtube e con futuro link alla pubblicazione scientifica) altrimenti impossibili da rilevare, oltre alla suggestiva emozione di farci ritrovare da spettatori privilegiati senza arrecare alcuna forma di disturbo ai selvatici monitorati.

 

 

 

 

Sviluppo attività di monitoraggio con adozione del videocontrollo a distanza anche in ambiti alternativi a progetti di ricerca scientifica su fauna selvatica, finalizzando tale attività al monitoraggio per fini turistici, di sorveglianza, al controllo sulla navigazione fluviale e marittima, agli aspetti meteorologici, agli stati di avanzamento opere ed alla rilevazione di attività illegali.

L’attività comprende la completa visione degli eventi registrati, il salvataggio dei dati sensibili e rilevanti a seconda dell’ambito di ricerca/interesse e produce attraverso operazioni di gestione e montaggio di documenti digitali (video e foto) report in formato elettronico riportanti ogni evento completo di riferimenti temporali, descrizione, note, ecc.

 

Fotogallery